PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI ROSARIO ESPOSITO LA ROSSA IN FIORI D’AGAVE ALLE SCUDERIE DI VILLA FAVORITA

PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI ROSARIO ESPOSITO LA ROSSA IN
FIORI D’AGAVE ALLE SCUDERIE DI VILLA FAVORITA

Mercoledì 10 maggio, alle ore 19.00, a Le Scuderie di Villa Favorita ad Ercolano, sarà presentato il libro di Rosario Esposito La Rossa “Fiori D’Agave” Storia di Straordinaria Scampia, Edito da Marotta &Cafiero.
Il libro fa parte di un ciclo di presentazioni ideate dalla Marotta& Cafiero presso Le Scuderie di Villa Favorita.
Dal suo primo libro uscito nel 2007 “Al di là della neve” e ‘scritto di pancia’ come dice lo stesso La Rossa, la strada di questo ragazzo di Scampia è stata lunga e coraggiosa. Una parabola ascendente che lo ha visto partire dall’omicidio del cugino, Antonio Landieri, vittima innocente di camorra che perse la vita a 25 anni per due proiettili di rimbalzo mentre giocava a biliardino in un bar durante una faida di clan camorristici, alla direzione di due case editrici indipendenti open source, ormai in piena affermazione, la Marotta&Cafiero trasferita da Posillipo a Scampia e la Coppola Editore, casa editrice siciliana ‘pizzo free’.

Da ultimo La Rossa è stato insignito del prestigioso premio dato dal Presidente Mattarella a ‘donne e uomini che si sono distinti per atti di eroismo, per l’impegno nella solidarietà, nell’integrazione, nel soccorso, per l’attività in favore dell’inclusione sociale, nella promozione della cultura, della legalità e per il contrasto alla violenza”. Il percorso di vita di La Rossa segue ciò che accade nel suo territorio di provenienza, Scampia, troppe volte nominata solo per la dura realtà camorristica ma che ora sta trovando riscatto nell’operato di tanti giovani che da lì sono partiti per costruirsi il proprio talento.

E così dalla ‘neve’ (la droga) del primo libro scritto 12 anni fa si discute oggi nei Fiori d’agave, del periodo che può essere considerato una sorta di dopoguerra, ovvero ciò che resta di un territorio martoriato dalle lotte tra clan camorristici. Così spiega La Rossa i fiori di agave: “il titolo è stato scelto con mia moglie Maddalena Stornaiulo, celebra una pianta resistente, simbolo di fortuna e che riesce a produrre soltanto un fiore nella sua vita, un unico meraviglioso fiore prima di morire”. E così l’agave diventa un augurio per i tanti ragazzi che incontra sui campi di calcio in cui La Rossa allena, con la speranza che sappiano fare nella vita qualcosa di davvero straordinario che li ricordi per sempre. Nel sottotitolo si legge ‘storie di straordinaria Scampia’ ovvero l’essenza del libro, una serie di racconti di personaggi e vicende di Scampia che non fanno audience ma che sono terribilmente e straordinariamente veri. Come quel ragazzo che vuole terminare le medie dopo essere stato più volte bocciato perché non poteva frequentare la scuola, non perché non volesse ma perché suo padre viene ucciso dalla camorra e lui deve andar via per salvarsi la vita, oppure la storia di un compagno di scuola di Rosario La Rossa, bullo violento e pericoloso, rincontrato nel carcere di Vasto dove avrebbe scontato una pena di 6 anni per spaccio.

Il libro contiene anche tutta una serie di novità: si può ascoltare una playlist di spotify con oltre 30 brani musicali attraverso un qr code e sempre attraverso il medesimo sistema si può ascoltare sul cellulare un ‘telefonodramma’, ovvero una storia di immigrazione e disoccupazione raccontata attraverso 10 telefonate; inoltre acquistando il libro e recandosi in una serie di bar convenzionati è possibile prendere un caffè in omaggio. Il libro, stampato completamente su carta riciclata con inchiostri non inquinanti, gode della prefazione di Luigi De Magistris, sindaco di Napoli.
Biografia

Nato e cresciuto a Scampia, è un editore, scrittore e organizzatore teatrale. Ha pubblicato il suo primo libro a 18 anni, Al di là della neve (Marotta & Cafiero editori) una raccolta di racconti su Scampia, uno sguardo critico, dall’interno, su uno dei quartieri martoriati dalla camorra, dedicato al cugino Antonio Landieri, vittima innocente di camorra. Con questo libro si è aggiudicato il Premio Fabrizio Romano 2007 e il Premio Giancarlo Siani 2008. Il ricavato del suo secondo libro Libera voce, speranze, delusioni e canzoni dei ragazzi di Napoli è stato devoluto per la ricostruzione di “Cascina Arzilla” bene confiscato alla mafia in Piemonte. Il volume è stato realizzato in collaborazione con Libera, con la prefazione di Don Luigi Ciotti. Ha partecipato a diverse antologie tra cui Voci Migranti (Marotta & Cafiero editori) e La Ferita (Ad est dell’equatore), La giusta parte Caracò editore. Nel 2010 pubblica il suo terzo libro, Mostri, raccolta di 40 storie sui diritti umani. Libro pubblicato con licenza Creative Commons, attraverso un sistema di coproduzione dal basso, che ha visto impegnati 160 coeditori da tutta l’Italia. Il libro può essere scaricato gratuitamente dalla rete e l’intero ricavato dell’opera verrà utilizzato per la realizzazione di una cooperativa giovanile a Scampia. Nel 2011 pubblica Sotto le ali dell’airone, volume all’insegna dello sport, che partendo dall’esperienza della scuola calcio Arci Scampia, tenta di raccontare un calcio diversa da quello moderno. Con questo volume si aggiudica il Premio UISP – Regione Campania.

Lascia un tuo commento

Please enter your name.
Please enter comment.

Ultimi eventi
Iscriviti alla newsletter
Fan page ufficiale
1 year ago

Se alzi il naso all'insù e sei rapito dal profumo del mare 🌊, della mozzarella che si scioglie sulla pizza 🍕 e la fragranza degli aromi della birra 🍺, allora sei a Le Scuderie di Villa ... See more

1 year ago

Le Scuderie di Villa Favorita sono con voi anche ad #Agosto 🍕😋⛱️🌞 Tutti i giorni a partire dalle 17:00
Allora scegli di gustarti un #aperitivo o una #cena con noi.
Prenota il tuo ... See more

« 1 of 78 »